Hai domande o hai bisogno d'aiuto? 800.837.777 info@rendimentoetico.it
Crowdfunding immobiliare, guadagnare con le case
Crowdfunding immobiliare, guadagnare con le case
notifiche
Volatilità e propensione al rischio

Quale rapporto esiste tra propensione al rischio e volatilità

Conoscere queste due nozioni ti aiuterà ad effettuare con più consapevolezza i tuoi investimenti

Quando si parla di investimenti non possiamo riferirci ai concetti di volatilità e propensione al rischio senza sapere cosa significhino nel concreto, poiché questi acquisiscono una rilevanza determinante nel momento in cui il risparmiatore deve scegliere la tipologia di investimento più idonea al proprio profilo di investitore.  

Esiste una correlazione tra volatilità e propensione al rischio, di cui ti parleremo in questo nuovo articolo, ma prima di spiegartela  prendiamo in esame i due concetti separatamente. 


Cos’è la volatilità di un investimento? 

Volatilità di un investimento: sicuramente ne avrai già sentito parlare, ma forse non sai precisamente qual è il suo significato. La volatilità è una misura espressa in percentuale che indica il livello di variazione che un qualsiasi strumento finanziario può subire in un certo periodo di tempo ed esprime la differenza dal suo valore medio (in base ai dati storici). In poche parole, se la volatilità è alta il valore economico discosterà di molto rispetto al suo valore medio, se invece è bassa si avrà un valore più stabile. La volatilità di un investimento può avvenire al rialzo o al ribasso: nel primo caso la variazione è positiva, nel secondo è negativa. 


Cosa si intende per propensione al rischio

Sapresti dare una definizione precisa di propensione al rischio, se qualcuno te lo chiedesse in questo momento? Se la risposta è negativa, forse dovresti rivedere le tue conoscenze finanziarie, poiché questa nozione ha una notevole importanza per un investitore o, nel caso non lo fossi, un qualsiasi risparmiatore che vorrebbe iniziare ad investire.  

Questo concetto fa riferimento a due ulteriori nozioni: la capacità di rischio e la tolleranza al rischio

Per capacità di rischio si intende la capacità di un investitore di sopportare le implicazioni di natura economica sulle sue finanze quotidiane a seguito di eventuali perdite finanziarie. Tale fattore dipende da tutta una serie di parametri quali nucleo familiare, entità del patrimonio, capacità di risparmio e orizzonte temporale degli investimenti. Facciamo un esempio per comprendere al meglio quello a cui ci riferiamo: un investitore che ha un nucleo familiare ridotto e un maggior patrimonio avrà, a rigor di logica, una capacità di rischio elevata rispetto a chi invece, al contrario, ha un nucleo familiare esteso ed un patrimonio limitato. Di conseguenza, più risorse economiche si posseggono più si potranno fronteggiare con più serenità i rischi di investimento e far sì che le perdite non abbiano un impatto negativo sul proprio tenore di vita. 

Altro parametro che incide sulla propensione al rischio è la tolleranza al rischio, che invece ha valenza emotiva e dipende dai tratti psicologici dell’investitore. Qui entriamo nello specifico nella soggettività dell’investitore, riferendoci alla facoltà di sopportare le oscillazioni del valore di un investimento e le conseguenze di una perdita finanziaria, senza che questi provochino stati emotivi di ansia, panico e perdita di controllo. In merito a questo argomento abbiamo scritto un articolo di approfondimento che puoi leggere qui Quanto conta l’emotività negli investimenti.



Un ulteriore aspetto da prendere in considerazione quando parliamo di propensione al rischio è sicuramente la capacità di risparmio. La capacità di risparmio indica la capacità di accumulare una parte di reddito da destinare ad investimenti futuri e può essere più o meno sviluppata a seconda delle abitudini personali. Ad esempio, se un risparmiatore tende ad accumulare capitale in modo non sistematico senza prefiggersi alcun obiettivo, i risparmi accumulati potrebbero non essere sufficienti a coprire le situazioni di deficit che si presenteranno in futuro. Se, invece, un investitore risparmia regolarmente (ad esempio ogni mese) un certo capitale avrà la possibilità di assicurarsi in futuro maggiori riserve per fronteggiare situazioni di emergenza. 

Inoltre, è importante sottolineare che la propensione al rischio di un investitore non è una misura fissa, ma può variare nel corso del tempo al cambiare degli altri fattori che la determinano.


Il rapporto che intercorre tra volatilità e propensione al rischio

Se finora non hai avuto modo di soffermarti su queste due nozioni e sul rapporto che intercorre tra loro, con questo articolo ti diamo la possibilità di capire perché sono importanti per le tue attività di investimento

Ciò che in primo luogo devi tenere a mente è che un prodotto finanziario altamente volatile potrà allo stesso tempo far ottenere all’investitore forti guadagni, ma altresì sostanziose perdite, poiché è soggetto a una maggiore oscillazione di valore nel tempo. Di conseguenza, la propensione al rischio ci dice che meno l’investitore sarà capace di sopportare psicologicamente costanti variazioni del portafoglio ed eventuali perdite future, più bassa sarà la sua propensione al rischio. 

Per questo risulta necessario valutare con oggettività e sincerità nei confronti di se stessi la propria propensione al rischio. 

Oltretutto, a proposito di bassa volatilità, possiamo sicuramente dirti che se sei un piccolo risparmiatore, magari alle prime armi, potresti optare per il crowdfunding immobiliare per un motivo principale: il settore immobiliare è solitamente più stabile rispetto ad altri settori e ti consente di ottenere guadagni interessanti poiché si riferisce ad una categoria di beni, i cosiddetti beni rifugio, che tendono nel tempo a non essere influenzati dagli effetti negativi delle crisi finanziarie. 


Con Rendimento Etico il tuo prestito si fa meno rischioso 

Due sono i motivi per cui con il lending crowdfunding immobiliare sei esposto a meno rischi. Il primo è sicuramente l’entità del capitale minimo che puoi mettere a disposizione: non c’è bisogno di avere da parte un immenso capitale per cominciare a prestare con Rendimento Etico, puoi partire da piccole somme se sei un piccolo risparmiatore. Il secondo è che con il lending crowdfunding immobiliare puoi affidarti alla logica della diversificazione con cui puoi distribuire il tuo capitale tra più progetti immobiliari, senza puntare in modo esclusivo in un unico, diminuendo il rischio di perdite finanziarie.  

Per approfondire maggiormente questo argomento dedica 2 minuti del tuo tempo per leggere il nostro articolo di blog Lending crowdfunding: perché favorisce la diversificazione del portafoglio. 

Inoltre, ti ricordiamo che la nostra è una piattaforma di lending crowdfunding e non di equity crowdfunding. Con questo vogliamo dirti che nel caso del lending con il tuo prestito non sei vincolato a nessuna società, per cui dovrai semplicemente attendere che il capitale ti venga restituito insieme agli interessi previsti, a fine operazione. Mentre nel caso dell’equity la tua partecipazione assumerà più rischi: uno legato all’andamento dell’operazione e l’altro agli sviluppi della società che l’ha promossa, in quanto partecipando avrai diritto all’ottenimento di quote societarie.
 
Sapevi che Rendimento Etico ha restituito ben 18 operazioni immobiliari, di cui l’ultima con 277 giorni di anticipo? Scopri qui tutte le opportunità restituite

 
Vuoi saperne di più sulla nostra piattaforma di crowdfunding? Scopri come funziona e iscriviti per diventare parte della community e finanziare le nostre operazioni immobiliari. Puoi cominciare anche con un prestito di soli 500 euro!

Tag

statistiche crowdfunding italia

rischio investimento

rendimento investimento

proptech

proptech

proptech

propensione al rischio

prestito

prestatore

portafoglio finanziario

piattaforme di crowdfunding

pianificazione finanziaria

orizzonte temporale investimenti

origini del crowdfunding

opportunità immobiliare

opportunità immobiliare

operatori immobiliari

obiettivi di investimento

nuovo regolamento europeo crowdfunding 2020

normativa lending crowdfunding

normativa equity crowdfunding

normativa crowdfunding

nascita del crowdfunding

microcredito

lending crowdfunding

lancio campagna crowdfunding

l'emotività negli investimenti

l'emotività negli investimenti

investire piccole somme di denaro

investire piccole somme di denaro

investire nell'immobiliare nel post covid-19

investire da giovani

investire da giovani

investimenti immobiliari

investimenti

investimenti

investimenti

investimenti

investimenti

iniziare ad investire

iniziare ad investire

iniziare ad investire

iniziare ad investire

iniziare ad investire

inflazione

illusione del controllo

gestione risparmi

fintech in italia

fintech in italia

fintech in italia

fintech

fintech

fintech

finanziatori

finanziamento

finanze personali

finanze personali

finanza comportamentale

finanza alternativa

errori negli investimenti

equity crowdfunding

educazione finanziaria

educazione finanziaria

diversificazione portafoglio

debiti cattivi

debiti cattivi

debiti buoni

debiti buoni

crowdfunding immobiliare

crowdfunding etico

crowdfunding

conto corrente

asset allocation

alfabetizzazione finanziaria

alfabetizzazione finanziaria

alfabetizzazione finanziaria

alfabetizzazione finanziaria

alfabetizzazione finanziaria

affidabilità piattaforme di crowdfunding


Guadagna con le case aiutando

ISCRIVITI ADESSO E PARTECIPA NELLE NUOVE OPPORTUNITA' IMMOBILIARI

entra nella community
Hai domande?