Hai domande o hai bisogno d'aiuto? 800.837.777 info@rendimentoetico.it
Crowdfunding immobiliare, guadagnare con le case
Crowdfunding immobiliare, guadagnare con le case
notifiche
Investimenti alternativi e investimenti tradizionali

I vantaggi degli investimenti alternativi rispetto a quelli tradizionali

Quali sono gli investimenti alternativi più importanti e quali opportunità di guadagno presentano

Un portafoglio finanziario può essere composto da investimenti tradizionali e investimenti alternativi

La scelta degli uni o degli altri, o di entrambi, dipenderà dai propri obiettivi finanziari, dal capitale che si vuole mettere a disposizione e dal rischio che si è disposti a sostenere.

Ma effettivamente, in cosa differiscono gli investimenti alternativi da quelli tradizionali? 


Investimenti tradizionali: le azioni e le obbligazioni

Gli investimenti tradizionali sono rappresentati più comunemente dalle azioni e dalle obbligazioni. Scopriamo insieme nel dettaglio in cosa consistono. 

L’investimento in azioni consente di acquistare quote di una società e partecipare al capitale di rischio della stessa. Il guadagno per chi investe in azioni deriva dal ricevere una quota dei profitti dell’azienda denominati dividendi ,oppure dalla vendita delle azioni stesse nel mercato azionario.

Il rischio connesso a questa tipologia di investimento è legato all’andamento del mercato e alla volatilità dei prezzi, per questo quando si investe in azioni è consigliato puntare su un orizzonte temporale di lungo termine. 

Invece, quando parliamo di obbligazioni, parliamo di titoli di debito emessi dalle società per finanziarsi. Gli investitori destinano a favore di queste società i loro capitali, ottenendo degli interessi insieme al capitale prestato, che sarà a sua volta rimborsato secondo precise scadenze temporali. 

I rischi connessi alle obbligazioni riguardano diversi aspetti, primi fra tutti il rischio di insolvenza dell’emittente e il rischio che l’inflazione possa diminuire il tasso nominale degli interessi da percepire
 

Investimenti alternativi: cosa sono e quali sono quelli più diffusi

Quando parliamo di investimenti alternativi ci riferiamo a tutta una serie di asset di gran lunga più accessibili ai piccoli risparmiatori e che consentono di gestire in totale autonomia i propri investimenti senza l’intervento di un ente finanziario. 

Nello specifico, gli investimenti alternativi servono soprattutto a favorire la diversificazione del portafoglio, ridurre i rischi e incrementare le possibilità di guadagno. 

Possiamo annoverare tra le tipologie di investimenti alternativi più importanti il Private Equity, gli Hedge Fund, il Venture Capital e il crowdfunding immobiliare.
 
Nelle prossime righe andremo ad approfondire meglio i dettagli di ciascuna tipologia. 


Private Equity 

Il Private Equity rientra tra le più importanti tipologie di investimenti alternativi e consente agli investitori di impiegare i propri capitali in imprese non quotate in Borsa ad alto potenziale di sviluppo. 


Venture Capital 

Il venture capital consente di finanziare imprese che si trovano in fase di start up con alto potenziale di crescita e sviluppo. Questa tipologia di investimento alternativo permette agli investitori di ottenere un consistente guadagno mediante la vendita della partecipazione acquisita o dalla quotazione in borsa dell’impresa. 


Hedge Fund

Un Hedge Fund è un fondo comune di investimento privato, riservato ad un numero limitato di investitori accreditati, che viene amministrato da un gestore professionale per ottenere rendimenti maggiori rispetto ad uno specifico benchmark di mercato. 


 

Crowdfunding immobiliare 

Il crowdfunding immobiliare è tra gli investimenti alternativi a basso rischio più in voga in questo periodo e consente ai piccoli risparmiatori di sostenere diversi progetti immobiliari su specifiche piattaforme online nella formula dell’equity o del lending. 

L’equity consente di investire divenendo soci della società proponente mentre il lending consiste in un prestito su cui maturano degli interessi senza però essere vincolati alla società proponente. 

Leggi il nostro articolo di blog Le differenze tra Lending Crowdfunding ed Equity Crowdfunding per capire in cosa differiscono queste due tipologie di crowdfunding. 
 

Perché preferire gli investimenti alternativi rispetto a quelli tradizionali?

Di seguito riportiamo i 3 motivi per cui dovresti preferire gli investimenti alternativi a quelli tradizionali. 
 

1.    Hanno una bassa correlazione con gli asset tradizionali 

Gli investimenti alternativi hanno una bassa correlazione con gli investimenti più tradizionali ed essendo meno soggetti al rischio di mercato rappresentano una soluzione ideale per diversificare il proprio portafoglio e ridurre il rischio perdite.  
 

2.    Offrono un’ottima copertura nei periodi di inflazione 

Vengono considerati investimenti alternativi gli “hard assets”, ovvero gli asset legati ai beni tangibili come gli immobili, beni di consumo, terreni, merci, l’oro. Questa tipologia di asset ti consente di contrastare i periodi di inflazione poiché non subiscono gli effetti dell’andamento del mercato. 
 

3.    Presentano rendimenti più elevati

Se sei alla ricerca di investimenti con interessi più alti gli investimenti alternativi fanno al tuo caso perché ti consentono di ottenere rendimenti più elevati rispetto agli asset tradizionali a fronte di un rischio più contenuto. 
 

Guadagna con gli investimenti alternativi grazie al crowdfunding immobiliare

Possiamo considerare gli investimenti alternativi come un modo interessante di investire il tuo capitale e farlo fruttare ottenendo guadagni molto appetibili. 

Nelle precedenti righe ti abbiamo già accennato del crowdfunding immobiliare, ora vogliamo dirti perché non devi lasciarti sfuggire questa preziosa opportunità di guadagno. 

Iscrivendoti su Rendimento Etico, la nostra piattaforma di lending crowdfunding immobiliare, potrai ottenere interessi compresi tra il 7% e 10% annuali prestando la cifra che più si addice alle tue situazione finanziaria. 

Generalmente otterrai il tuo guadagno in un periodo compreso tra i 12 e i 18 mesi senza essere vincolato alla società proponente, come invece accade per l’equity crowdfunding. 

Come evidenziato nell’ultimo report sul Crowdinvesting del Politecnico di Milano le prospettive di crescita del crowdfunding immobiliare nel 2021 sono molto positive e continueranno a coinvolgere un numero maggiore di investitori nonostante il clima di incertezza finanziaria, che durerà per molto tempo. 

 
Vuoi saperne di più sulla nostra piattaforma di crowdfunding? Scopri come funziona e iscriviti per diventare parte della community e finanziare le nostre operazioni immobiliari. Puoi cominciare anche con un prestito di soli 500 euro!

Guadagna con le case aiutando

ISCRIVITI ADESSO E PARTECIPA NELLE NUOVE OPPORTUNITA' IMMOBILIARI

entra nella community